Accedi ora a WikiLixi - La più grande community italiana sugli investimenti finanziari dedicata a risparmiatori ed investitori.

“Quando avrò più soldi…”:
la scusa che ti racconti
per non agire

Tabella dei Contenuti

Hai presente quel desiderio innato di non fare nulla quando pensi ai tuoi soldi? Quel continuo procrastinare quando si tratta di iniziare a mettere a posto la tua finanza personale? Ecco, è proprio di questo che ti voglio parlare in questo articolo e di come, in realtà, si tratti solo di una scorciatoia mentale per non agire.

Tempo e denaro

Perché non ti stai occupando della tua finanza personale

Se ci rifletti un secondo, sono sicuro che ti renderai conto che oggigiorno è fondamentale imparare a occuparsi dei propri soldi e della propria situazione finanziaria.

Anche se può essere faticoso e non sempre particolarmente divertente.

Ma non è difficile capire, per chiunque sia dotato di un pizzico di amor proprio e buon senso, che ormai è tempo di smetterla di nascondere la testa sotto la sabbia quando si parla di finanza personale.

Ne parliamo ampiamente ogni giorno all’interno del gruppo Facebook WikiLixi (a cui ti puoi iscrivere qui).

Tuttavia, è molto probabile che tu non lo stia ancora facendo.

E il motivo potrebbe risiedere nel fatto che sei vittima di una scorciatoia mentale molto diffusa.

Questa scorciatoia mentale (o “euristica”, se vogliamo dirla bene) cerca in tutti i modi di distrarti dal prenderti cura della tua finanza personale.

Ti porta a non occupartene.

A delegare ciecamente.

A non agire.

Automobile

La scusa che ti racconti

Non c’è niente di razionale in questa scorciatoia.

È semplicemente un sistema di difesa del tuo cervello che desidera sempre ottenere il massimo risultato col minimo sforzo.

Dopotutto tu vuoi solo guadagnare senza incorrere in alcun rischio e senza perderci troppo tempo (te lo dico subito, a scanso di equivoci: non è così che funziona; e se qualcuno ti promette un investimento sicuro e redditizio sappi che ti sta mentendo).

Ma qual è l’inganno più subdolo di questa scorciatoia?

Sono le razionalizzazioni che ti vado a spiegare ora, che altro non sono che delle storielle che ci raccontiamo internamente come giustificazione. 

Per dormire meglio e stare più sereni.

Queste razionalizzazioni, che accompagnano questo desiderio innato di non fare nulla quando pensiamo ai nostri soldi, recitano più o meno così:

  • “Quando avrò più soldi, potrò avere accesso a strumenti migliori, prodotti migliori, opportunità migliori”;

  • “Se avessi avuto più soldi, avrei potuto accedere a strumenti migliori, prodotti migliori, opportunità migliori”.

Il focus di questa storiella può essere sul futuro (“quando avrò più soldi”), e sfociare dunque nella procrastinazione.

Oppure sul passato (“se avessi avuto più soldi”), e sfociare nel rimpianto immobilizzante.

Questa è una scusa che mentalmente regge perché il cervello la associa immediatamente ad altri campi della vita:

  • “Quando avrò più soldi, potrò comprare cibo migliore” (vero);

  • “Quando avrò più soldi, potrò comprare macchine migliori” (vero);

  • “Quando avrò più soldi, potrò comprare una casa più grande” (vero);

Tuttavia, nel mondo della finanza e dell’investimento di denaro, non è così che funziona.

Soldi

Non sono i soldi a fare la differenza

Le grandi banche e i promotori giocano molto su questo bias (parte dalla teoria del confronto sociale, roba nota in psicologia dagli anni ’50).

Ma la bella verità, e per una volta si tratta davvero di una bella verità, è che il campo finanziario, il campo dei prodotti finanziari, è lo stesso identico per tutti.

Non è che se ti presenti in Svizzera con 10 milioni da versare sul conto, le grandi banche ti presentano un conto remunerato al 3% (anzi, te ne presentano uno a tasso negativo perché la liquidità gli costa!)

Non è che se ti presenti negli Stati Uniti con 15 milioni da investire, ti presentano un’azione-obbligazione-polizza con garanzia sul capitale e un rendimento al 10% annuo.

Non farti influenzare da questa dannosa credenza popolare.

Non esistono azioni quotate riservate ai super ricchi.

Non esistono obbligazioni magiche riservate ai super ricchi.

Non esistono polizze vita riservate ai super ricchi.

Certo, esistono prodotti a cui il marketing di banche e promotori gli ha appiccicato addosso questa aurea.

Ma, nel concreto, non sono differenti dalla solita offerta commerciale che può ricevere un qualunque risparmiatore e investitore.

Perché il mercato finanziario, da questo punto di vista, è il mercato più democratico che esista.

Ed è aperto a tutti.

Quindi, affermare che potrai iniziare a risparmiare, a investire, o a crearti una cultura per quanto riguarda la tua finanza personale solo quando avrai più soldi non ha alcun senso.

E nemmeno rimpiangere di non aver avuto più soldi in passato non ha senso, perché l’unica cosa che esiste, nel contesto attuale, è quanti soldi hai oggi.

Ed esiste solo la consapevolezza che tutti i risparmiatori e gli investitori del mondo (anche i più ricchi), vivono nello stesso contesto in cui vivi tu.

La differenza sta solo nelle scelte che vengono messe in pratica.

Questa è la vera e unica discriminante.

Quindi, se vuoi iniziare anche tu a fare oggi delle scelte finanziarie giuste e concrete, allora LIXI STRATEGY è il corso che fa per te.

Oppure continua ad aspettare di avere abbastanza soldi, sperando però che quando finalmente li avrai non sarà troppo tardi.
Clicca qui per accedere a LIXI STRATEGY.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su print
Print
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su print
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti