no-panico-mercati

Ribasso violento dei mercati: perché non devi farti prendere dal panico

di Luca Lixi

wikilix
Accedi al gruppo Facebook Wikilix, al suo interno gni giorno decine di migliaia di partecipanti vengono aiutati da Luca e dal suo team a prendere decisioni più consapevoli sulle proprie finanze personali.

Nella 14ª puntata del nostro podcast abbiamo visto come gestire emotivamente la volatilità dei mercati. Tuttavia è davvero difficile rimanere impassibili o lucidi di fronte a un ribasso così violento e storicamente inedito come quello che è avvenuto ieri, giovedì 12 marzo 2020. In questo articolo non solo ti spiegherò perché è del tutto naturale preoccuparsi, ma anche perché – grazie alla natura stessa dei mercati e delle azioni – non c’è alcun motivo di farsi prendere dal panico.

Lungi da me sminuire la portata del ribasso che si è verificato ieri, giovedì 12 marzo 2020, sul mercato azionario.

È il più veloce e violento della storia per impatto (forte) e durata (breve, per ora).

Al di là dei titoloni da giornale.

Non devo addolcire la pillola, va inghiottita amara così com’è.

Il fatto poi che il ribasso rientri all’interno di uno scenario di emergenza globale non è di certo un punto a favore.

Come neppure che l’epicentro, nel mondo occidentale, sia la nazione in cui risiede il 90% dei miei lettori.

Come neppure che il 95% di essi sia costretto a casa, qualche volta magari annoiato, con l’home banking e le notizie sotto mano.

Non sono fattori che aiutano.

Cosa sto pensando ora?

Preoccuparsi si, impanicarsi no

Pensate a qualunque manovra di emergenza.

Non c’è situazione al mondo in cui il panico aiuti e non c’è nessuna situazione al mondo in cui il protagonista, che vive un momento difficile, non sia preoccupato.

Lungi da me sottovalutare o denigrare il velocissimo ribasso del 30% dai massimi.

Ma mi sembra razionale far notare che:

  • è avvenuto dopo il +35% da Natale 2018
  • ci riporta esattamente ai livelli di prezzo di Natale 2018

Queste informazioni razionali sono lo spartiacque tra una corretta preoccupazione umana (mai pensato di lobotomizzare o robotizzare i miei lettori) e panico animalesco.

Non sei una pecora, una mucca, un tonno o una scimmia.

Sei un essere umano, che si preoccupa, si incazza, e che a volte può voler tirare dei porchi.

Quindi sì alla preoccupazione, no al panico.

Prezzi attuali delle azioni ≠ Valore dell’asset

La seconda cosa che voglio dirti, a parte il solito consiglio di uscire un po’ dal ciclo di news e aggiornamenti di Borsa a flusso continuo, è questa.

Ricordati che le quotazioni giornaliere in Borsa rappresentano il prezzo attuale. 

Non il valore di ciò hai comprato o intendi comprare.

E se fino a 30 giorni fa questi prezzi potevano sembrare sopravvalutati, oggi questi prezzi iniziano a sembrare sottovalutati.

Sul mercato azionario, ricordati sempre, non stai comprando cartastraccia, o contratti, o debiti.

Stai comprando quote di aziende.

Ora non vi voglio dire che puoi già comprarle a prezzi di saldo. 

Ci sarà tempo per fare questo e chi avrà liquidità farà gli affari del SECOLO.

Ma di sicuro vi voglio dire che, nonostante il prezzo sia sceso tanto (ripeto, siamo tornati ai prezzi di dicembre 2018, per ora), il valore intrinseco dei tuoi asset e investimenti è grosso modo sempre lo stesso.

Certo, le aziende subiranno dei contraccolpi, come tutta l’economia mondiale che andrà in recessione.

Certo, le banche centrali hanno meno munizioni rispetto al 2008 per nascondere la polvere sotto al tappeto o dare il solito calcio alla lattina e tirare a campare.

Nessuno lo nasconde.

Ma al di là dei soliti consigli di finanza personale, pensa bene a cosa hai acquistato per il tuo futuro.

Come si comporta l’immobiliare?

Ora, non voglio distrarti pensando agli immobili.

Ma li uso per farti capire.

Ora sei chiuso in casa come tutti, più o meno.

L’Italia è bloccata.

Qual è il PREZZO del tuo immobile, OGGI?

Qual è il suo VALORE, sempre OGGI?

Te lo dico io.

Il prezzo del tuo immobile, OGGI, è esattamente ZERO.

Perché nessuno te lo comprerebbe OGGI.

Se è in zona turistica nessuno verrebbe OGGI a soggiornarvi (se lo fai come lavoro, mi raccomando in bocca al lupo e più forte di prima quando si riparte!)

Nessuno potrebbe comprarlo OGGI, neanche volendo, perché magari il notaio è chiuso, uffici pubblici pure e così via.

Quindi, oltre al fatto che non ci sono acquirenti veri (se non gli speculatori che ti propongono 10.000 € per lucrare sulla tua eventuale disperazione e/o panico), c’è pure un problema di liquidità: neppure volendo riusciresti a venderlo in tempi brevi.

E c’è un altro aspetto: immagina se il prezzo del tuo immobile, “stressato” dal momento particolare e quindi oggi pari a zero o poco più, ti venisse ricordato giornalmente.

Che so, un tabellone luminoso sulla facciata tipo, i tabelloni di Borsa.

Oppure al TG1, un indice in tempo reale sui prezzi delle case con la variazione giornaliera, settimanale, mensile.

Come ti sentiresti a vedere con i tuoi occhi l’immobile prezzato 10.000 €, con un calo del 90% rispetto a ieri, nonché una carenza cronica di acquirenti che in realtà renderebbero difficile pure venderlo a quelle cifre?

Chiaramente, il valore del tuo immobile non sta a ZERO.

Per quanto magari il valore non sia esattamente quello che avevi in testa (magari ancorato mentalmente alla cifra sborsata nel 2007, o a quanto ha venduto il vicino nel 2011), questo valore è probabilmente più di zero.

(Lasciamo perdere altre valutazioni sull’investimento in immobili perché ora non è il caso, ma se vuoi approfondire la questione puoi leggere questo articolo qui).

Stessa cosa per i tuoi investimenti azionari, che sono quelli che più stanno oscillando in questi giorni.

Posto che non stanno certamente a zero (ripeto, stanno a dove erano a Natale 2018, mica nel 1970), è probabile che i prezzi che oggi vedi sui monitor non siano rappresentativi del valore intrinseco, più elevato.

Quindi, cosa faresti se ti bussassero alla porta e ti proponessero 10.000 € per la tua casa al mare, dando chiaramente per scontato che quei 10.000 € non ti servono per sfamare la famiglia?

Gli sbatteresti la porta in faccia no?

Ecco, fai lo stesso con il mercato finanziario che nel tentativo di ottenere le tue azioni ed ETF ti sta proponendo prezzi derivanti dal panico altrui.

Chiaramente questi discorsi valgono se e solo se:

Che cosa ci sta dicendo il mercato?

Il mercato azionario non sta impazzendo.

Il mercato azionario sta facendo il mercato.

Il mercato azionario sta prezzando la paura di questi giorni.

Ci sta dando informazioni.

Lasciatelo che proponga prezzi sempre più bassi.

Saranno prezzi eccezionali per COMPRARE e non per vendere come la tua emotività e la spinta del mercato e dei mass media ti sta suggerendo.

Comportati come un investitore intelligente, strategico, disciplinato e temprato. 

Non essere il parco-buoi, che viene prima fatto ingrassare un po’, poi viene terrorizzato (oggi ci troviamo in questa fase), e infine viene condotto docilmente al macello.

Hai delle grandissime occasioni di fronte.

Sia per non perdere, svendendo a prezzi bassi.

Sia per guadagnare, comprando a prezzi bassi.

Coglierle non sarà per tutti, noi faremo il nostro.

Esattamente come abbiamo insegnato a fare all’interno di LIXI STRATEGY, il 1° corso in Italia dedicato alla finanza personale e pensato appositamente per i risparmiatori e investitori. 

LIXI STRATEGY purtroppo non è più disponibile sul mercato, ma puoi dare un’occhiata a Lixi Plannix, il processo di pianificazione finanziaria ulteriormente integrato e migliorato che ti aiuterà a riprendere il controllo della tua finanza personale. 

Alla tua sicurezza e prosperità finanziaria,

Luca

di Luca Lixi

Fondatore e CEO di Lixi Invest

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

wikilix
Accedi al gruppo Facebook Wikilix, al suo interno gni giorno decine di migliaia di partecipanti vengono aiutati da Luca e dal suo team a prendere decisioni più consapevoli sulle proprie finanze personali.

Potrebbe interessarti anche

Entra nella community di riferimento per la finanza personale e gli investimenti.

Ogni giorno oltre 26 mila persone vengono aiutate da Luca e dal suo team a prendere decisioni più consapevoli sulle proprie finanze personali e i loro investimenti.

All'interno del gruppo troverai articoli, post, ricerche e notizie utili sul mondo degli investimenti spiegati in modo semplice e comprensibile da chiunque.

Entra nella community di riferimento per la finanza personale e gli investimenti.

Ogni giorno oltre 25 mila persone vengono aiutate da Luca e dal suo team a prendere decisioni più consapevoli sulle proprie finanze personali e i loro investimenti.

All'interno del gruppo troverai articoli, post, ricerche e notizie utili sul mondo degli investimenti spiegati in modo semplice e comprensibile da chiunque.