Che differenza c’è tra LIXI STRATEGY e The LiX-Files?

Shares

Come richiesto da tanti, ho preparato un articolo e un video per spiegare meglio la differenza tra i nostri due prodotti: LIXI STRATEGY e LiX-Files.

Alcuni di voi fanno confusione, confondono i prodotti e non capiscono le differenze.

Vediamo un po’ di fare chiarezza, e partiamo da lontano, perché la differenza è molto più profonda di quello che potete immaginare.

Tutti i miei prodotti, quelli già creati e in vendita e quelli che faremo in futuro, non sono creati “dall’alto”.

Non mi sono riunito con i miei azionisti e con il mio Consiglio d’amministrazione per decidere “Oggi che prodotto vendiamo?

Questo è ciò che fanno nelle banche e nei fondi di investimento, come ho spiegato nel webinar.

​​E questo è un approccio dannoso e perdente per il risparmiatore finale, per colui che comprerà i prodotti, perché non parte dalle sue esigenze e necessità ma parte dalla necessità di vendere cose di banche e fondi di investimento. 

Quindi, i due prodotti al momento disponibili, LIXI STRATEGY e LiX-Files non nascono da me.

Nascono da voi, nascono dalle esigenze dei risparmiatori, nascono dallo studio e dall’analisi di ciò che realmente è utile per prosperare nel mondo finanziaro odierno.

Prima ancora, se ci pensate e mi seguite da un po’, sono nati altri 2 prodotti (gratuiti o semi-gratuiti), come:

- Il gruppo Facebook WikiLixi, che conta ad oggi quasi 14.000 risparmiatori e investitori iscritti, ed è di gran lunga la migliore comunità finanziaria italiana, per quantità e qualità

- Il libro “I X comandamenti dell’investimento finanziario”, best seller di finanza personale con oltre 130 recensioni su Amazon e una media di 4.6. 

Entrambi gli strumenti sono nati per dei motivi ben precisi, che riguardano voi.

Il gruppo è gratis per voi, ma non lo è certo per me, in termini di ore investite per la cura del programma editoriale e di risorse impiegate dalla mia azienda nella moderazione. 

Il libro pure costa due spiccioli (che incassa l’editore, peraltro), immaginate quanto sia redditizio per le mie tasche questo tipo di attività.

Ma infatti questi strumenti non sono nati per arricchire me, ma per rendere meno vulnerabili voi. 

Il gruppo, è nato per creare uno spazio di condivisione disinfestato da addetti ai lavori boriosi che parlano tecnico o che fanno a gara per chi è più incomprensibile, dove il risparmiatore privato può fare delle domande, può leggere domande e commenti di persone come lui (altri investitori), dove ci si possono scambiare le esperienze ecc.

Il libro è nato per divulgare quelli che sono i principi fondamentali dell’investimento (I 10 comandamenti, appunto). 

Lo sapete: l’Italia è all’ultimo posto tra i paesi sviluppati per quanto riguarda l’educazione finanziaria.

Ho sempre messo in dubbio l’utilizzo del termine “educazione finanziaria”.

Vuoi perché ormai viene utilizzato a raffica anche da chi non sa neppure cosa sia l’educazione finanziaria. 

Come chi spaccia corsi su come fare trading in opzioni o con speculazioni immobiliari, roba che non ha NULLA a che vedere con una buona educazione finanziaria.

Sia perché il termine “educazione”, utilizzato in questo contesto, mi sembra manipolatorio.

Una sorta di paternalismo forzato.

Un’educazione impartita dall’alto, non si capisce bene in base a che cosa e con quale finalità.

Il termine corretto infatti non è “educazione finanziaria” ma “alfabetizzazione finanziaria”.

Infatti in USA si usa Financial Literacy, e non Financial Education.

Che è ciò che ho fatto con gruppo e libro.

Alfabetizzare significa insegnare l’ABC. Che è proprio questo che mancava.

All’interno di questo alfabeto, questa ABC, in mezzo a concetti da:

  • scoprire
  • conoscere
  • comprendere
  • applicare
  • non dimenticare mai

come la diversificazione, il tempo e l’interesse composto, la necessità di pianificare e pensare strategicamente, non delegare ciecamente e altro (tutto presente nel libro), è presente un concetto estremamente importante.


La differenza tra investimento e trading.


Che è proprio la differenza tra LIXI STRATEGY e LiX-Files.

Stai con le orecchie aperte, perché attraverso la spiegazione della differenza tra i 2 prodotti puoi scoprire un concetto estremamente importante che può salvarti dal perdere migliaia di euro in errori (e, of course, fartene guadagnare altrettanto).

Entrambe le attività (investire e speculare) rispondono alla domanda “Dove posso mettere i soldi”?

Ma rispondono in modo diverso.

Investire significa impiegare un capitale per acquistare qualcosa destinato a crescere di valore nel tempo e, tramite questo, soddisfare le proprie necessità e aspirazioni personali.

Fare trading significa impiegare un capitale per acquistare qualcosa, e cercare di rivenderlo il prima possibile a un prezzo maggiore (o minore, se si specula sul ribasso).

Pianificare la propria pensione significa investire.

Acquistare un immobile, sperando di rivenderlo nel giro di poco a un prezzo maggiorato, anche ristrutturandolo, significa speculare.

Le differenze fondamentali tra le due definizioni riguardano concetti profondi: 

  • valore
  • prezzo
  • breve termine
  • lungo termine 


L’investitore è colui che cerca un guadagno nel lungo termine puntando alla crescita di valore dei suoi investimenti.

Lo speculatore è colui che cerca un guadagno nel breve termine puntando alla crescita di prezzo dei tuoi titoli.

Prima di andare avanti, faccio un altro esempio di investimento e di trading. 

Un investimento è l’acquisto di un ETF (fondo di investimento diversificato ed efficiente) per avere più soldi tra 10 anni, quando si vuole andare in pensione. 

Nel corso di questi anni, il valore dei titoli che compongono l’ETF verrà fuori.

E verrà fuori anche il valore della giusta diversificazione, se ha costruito un portafoglio corretto. Verrà fuori il valore dell’interesse composto, ovvero dell’accumulazione e del reinvestimento di interessi, dividendi e cedole. 

Un “trade” è l’acquisto di un’azione per avere più soldi tra 5 mesi (ma anche prima) per sfruttare un aumento (o una diminuzione) del prezzo dell’azione stessa.

Se ci pensate bene, non è nient’altro che ciò che fa QUALUNQUE attività commerciale.

Un macellaio compra la carne all’ingrosso e la rivende al dettaglio a un prezzo maggiorato.

Un macellaio, in realtà, sta speculando sul prezzo della carne, perché pensa che riuscirà a rivenderla a un prezzo maggiorato.

Un negoziante compra le scarpe all’ingrosso e le rivende al dettaglio a un prezzo maggiorato. 

Qualunque attività imprenditoriale ha un elemento speculativo nella compravendita.

Infatti, trading non vuol dire altro che “compravendere” (non so se esista il termine in italiano, ma ci siamo capiti).

Significa comprare e vendere. Niente di più. 

Non c’è un meglio o un peggio tra le due cose. 

Sono due cose diverse, che rispondono a due esigenze e preferenze diverse. 

Il problema qual è?

Che entrambe le due attività (investire e fare trading) sono completamente sconosciute al risparmiatore medio italiano, almeno nella loro pratica corretta.

Per l’italiano, investire significa:

  • comprare immobili
  • mettere soldi nei buoni postali
  • andare in banca


Per l’italiano, fare trading significa:

  • aprire un conto forex su un broker di Cipro
  • comprare a leva x100 prodotti derivati che non si conoscono
  • cliccare a caso sui pulsantoni gentilmente offerti dalla propria piattaforma di trading online.


Tutto questo è semplicemente sbagliato, e non ha nulla a che vedere con i concetti profondi di investimento che prima ho spiegato.

Investire non ha nulla a che vedere con il mettere dei soldi su attività non produttive come immobili e prodotti postali e bancari. 

Speculare non ha nulla a che vedere con il mettere dei soldi su videogiochi per annoiati e gonzi e fare il colpaccio.

Il primo grande errore è quindi confondere l’investimento con il risparmio improduttivo.

Il secondo grande errore è quindi confondere la speculazione con il gioco d’azzardo.

Si capisce?

Il terzo grande errore è invece confondere investimento con speculazione.

Quindi non solo non si conoscono i corretti significati di queste due attività, ma si confondono pure le finalità di queste due attività.

Si investe con la mentalità da speculatore.

Si specula con la mentalità da investitore.

Capirete il bagno di sangue che viene fuori da questa palude di convinzioni sbagliate, confusione dilagante e venditori che non vedono l’ora di sfruttarle per aspirarvi un po’ di denaro dalle tasche. 

Questa confusione (che non viene chiarita da nessuno tranne me, ma anzi viene cavalcata dai ciarlatani) nasce dal fatto che l’italiano medio non è solo ignorante finanziariamente (nel senso che ignora), ma è anche ignorante economicamente. 

La speculazione non è un male.

La parola speculazione deriva dal latino specula (vedetta) e da specere (osservare, scrutare).

Nel suo significato originale significa quindi osservare dall’alto, osservare in profondità e da una posizione privilegiata, scrutare con attenzione. 

Speculare non ha neppure niente a che vedere con la convinzione di “prevedere il futuro”, attività che ho sempre condannato, ma che molti trader (perdenti) sono convinti di fare.

Speculare significa mettersi nella posizione giusta per poter individuare tempestivamente i cambiamenti e comportarsi di conseguenza.

Immaginate in antichità una vedetta su una specula.

In Sardegna ce ne sono tantissimi sulle coste.

La sua funzione non era mica quella di prevedere quando sarebbero arrivati i pirati o una tempesta.

La sua funzione era quella di accorgersene tempestivamente prima di tutti gli altri e comportarsi di conseguenza dando l’allarme.

Ok? Quindi, la speculazione in sé non è assolutamente un male.

Speculare pensando di fare un investimento è IL MALE. 

E i ciarlatani ci sguazzano in questo.

Quando sentite:

  • INVESTIRE IN CRIPTOVALUTE
  • INVESTIRE SULL’ORO
  • INVESTIRE IN OPZIONI
  • INVESTIRE SUL FOREX
  • INVESTIRE IN IMMOBILI (quando si stanno riferendo alla speculazione immobiliare, ovvero comprare un immobile per rivenderlo a prezzo maggiorato e non puntare a metterlo a reddito) 

Dovete scappare a gambe levate.

Non si può investire su qualcosa che non ha una valore in sé.

Una criptovaluta non ha valore in sé.

L’oro non ha valore in sé.

Uno strumento derivato (forex, opzioni) non ha valore in sé. 

Si può speculare, certo (ovvero farci del trading). E non è un male.

Ma non dovete comportarvi come se fosse un investimento, perché non lo è.

Ma torniamo a noi.


“Quindi cosa scelgo tra LIXI STRATEGY e LiX-Files?”


Definisco ora i prodotti. Prima di farlo era necessario definire investimento e trading, sennò vi mancavano le basi per comprendere la differenza.

LIXI STRATEGY è il corso, completo dalla A alla Z e pratico al 100%, per definire la propria strategia di investimento personale.

Cosa vuol dire strategia di investimento personale?

Significa costruire un piano su: 

  • come assicurarsi
  • quanto denaro tenere sul conto
  • quanto risparmiare
  • come costruire un deposito per le emergenze o per acquisti programmati
  • come investire per la pensione (INVESTIMENTO)
  • come investire per i figli (INVESTIMENTO)
  • come investire per fondare o potenziare un’azienda (INVESTIMENTO)
  • come investire con finalità speculativa (TRADING)
  • come monitorare il raggiungimento dei propri obiettivi finanziari
  • come affrontare i momenti di mercato al ribasso senza che la propria emotività giochi brutti scherzi, tragga in inganno e porti a commettere errori

Come vedete, investimento e trading sono solo alcuni degli aspetti che riguardano la costruzione di una corretta strategia finanziaria.

Sono importanti, certo, ma non sono gli unici.

Non troverete MAI nulla di simile a LIXI STRATEGY perché, come scrivevo sopra, è una soluzione creata da me e dal mio team sulla base di ciò che serve esattamente al risparmiatore e investitore italiano.

Viene alla luce dalle centinaia di consulenze che ho fatto negli anni, unite ai miei anni di studio, analisi e ricerca, e della capacità di unire i puntini. 

L’orizzonte temporale di LIXI STRATEGY è: PER SEMPRE.

Questo tipo di impostazione (unica nel suo genere) deve infatti accompagnarvi per sempre, nel medio, nel breve e nel lunghissimo periodo. 

Quindi, se sei un risparmiatore e un investitore, e stai cercando una soluzione per risparmiare e investire per il lungo termine, LIXI STRATEGY.

The LiX-Files è un abbonamento annuo, completo di alert, report, video e assistenza, che divulga la nostra attività di trading. 

Di speculazione. Di investimento per finalità speculative. 

Chiamatela come volete.

All’interno di LiX-Files, analizziamo mercati finanziari, aziende e settori di business per andare alla ricerca di azioni ad alto potenziale.

Su LiX-Files ci occupiamo di dati, numeri, bilanci, grafici, notizie, valutazioni, trimestrali, analisi, geopolitica, politica monetaria.

“Ma come Luca!!1!!1!

Ci avevi detto di spegnere la TV e di non occuparci di queste cose! 

Sei un falzoh!”

Spegnere la TV non significa spegnere il cervello e ritirarsi completamente dal mondo economico e finanziario all’interno del quale, che vi piaccia o no, dovete cercare di prosperare (e di non affondare). 

Al contrario, non significa appunto rimanere esposti al massacro di notizie sui ribaltamenti di mercato che potete trovare sui giornali.

Vi fornisco una spiegazione grafica sulla differenza tra i due prodotti, e su come essi siano perfettamente abbinati e coerenti con il mio metodo complessivo.

La spiegazione perfetta di come questi due prodotti si intersecano la dà Burton Malkiel, un grande investitore di wall street nella sinossi del suo libro:

“Malkiel aiuta i lettori a comprendere come la miglior strategia di investimento consista nell'acquistare e tenere a lungo fondi indicizzati (ETF) sui principali mercati mondiali, eventualmente riservando la passione per andare a caccia del "prossimo Google" con quote minime dei propri investimenti.”

Una enorme parte degli errori finanziari delle persone deriva dal non saper distinguere queste due cose.

Quindi, per sintetizzare:

in LIXI STRATEGY costruiamo la strategia di pianificazione finanziaria, che include ANCHE investimento e investimento per finalità speculative o trading.

Parole d’ordine di questo corso:

  • investimento per obiettivi (goals based investing)
  • controllo delle proprie finanze personali e risparmio (budgeting) 
  • separazione del proprio patrimonio in cassetti di investimento (mental accounting) 
  • lungo termine
  • diversificazione 
  • interesse composto ed accumulazione
  • ribilanciamento 
  • gestione emotiva 
  • indipendenza da conflitti di interesse


In LiX-Files andiamo alla ricerca di azioni ad alto potenziale, attraverso studio, analisi e ricerca sui mercati, per trarre un profitto nel minor tempo possibile.

Parole d’ordine di questo abbonamento:

  • investimento per finalità speculativa
  • dati, mercati, analisi
  • breve termine (minimo 12 mesi comunque, altrimenti è un “nullo-termine”)
  • stop loss
  • money management
  • trend following
  • timing


Sarò in grado di applicarlo anche io? 

Non ho molto tempo e parto da zero


Ora, nessuno dei due prodotti è costruito per addetti ai lavori.

Come ho riferito prima, non mi interessa nulla dell’opinione di questa gente, e non mi interessa nulla di farmi dire da “colleghi” quanto sono bravo.

Mi interessa essere utile ai risparmiatori e agli investitori.

Per questo motivo, sono due prodotti creati per un pubblico non esperto. 

Sono prodotti semplici.

Non sono di certo facili e veloci, perché:

  • non c’è stato nulla di facile e veloce nella loro creazione da parte mia, perché ci lavoro da anni e anni e al loro interno c’è un estratto potentissimo di una marea di studi che voi neanche immaginate 
  • non c’è nulla di banale nella loro applicazione e utilizzo, anche se DOPO aver capito cosa bisogna fare vi sembrerà effettivamente tutto molto semplice.

Tutti i nostri clienti, risparmiatori e investitori privati, fanno altro nella vita.

Non sono trader, non sono gestori di fondi di investimento e non sono consulenti finanziari (tranne quelli in gamba che vogliono prendere spunti per la loro attività).

I nostri clienti sono imprenditori, sono manager, sono medici, sono liberi professionisti, sono agenti di commercio, sono avvocati, ricercatori.

Sono gente che LAVORA, che GUADAGNA e che ha una VITA. 

Non è gente povera che non lavora e che cerca una scorciatoia.Non è gente che ha dei lavori estremamente noiosi e che cerca distrazioni sui mercati finanziari.

Questa è gente che io non voglio mi ruoti attorno.

Questa è gente che un giorno passa dal comprare il corso di trading sul forex al comprare un pacchetto di Gratta&Vinci.

Questa è gente che passa dal frequentare il corso sul come vivere di rendita con gli immobili (ma senza soldi) al presentare domanda per il reddito di cittadinanza.

Se siete così, non voglio che comprate i miei prodotti, mai. 

Se avete problemi di autostima e cercate motivazione, comprate i libri di Kiyosaki e state lontano dai miei contenuti.

Anche se vi devo dire che dopo una prima fase di “pompaggio motivazionale”, sarete al punto di partenza perché non c’è nulla di concreto in questa roba spacciata per educazione finanziaria. 

Per quanto riguarda il tempo necessario da investire (si signori, anche il tempo si investe) per sfruttare i due prodotti:

  • LIXI STRATEGY: richiede un po’ di lavoro all’inizio (mettetevi in testa che se non vi occupate dei vostri soldi, qualcuno lo farà per voi seguendo i suoi interessi e non i vostri) e poi un ribilanciamento annuo
  • LiX-Files: ha degli aggiornamenti più ricorrenti (settimanali, non facciamo trading giornaliero), perché è creato apposta per chi vuole stare sui mercati ed essere più informato e preparato. Una volta alla settimana circa arrivano gli alert via email, Telegram e gruppo chiuso con le operazioni consigliate, e stop.

I due prodotti sono studiati per farvi investire esattamente la quantità di tempo corretta.

LIXI Invest, la mia azienda (che qualcuno confonde col nome dei miei prodotti), si basa su questo principio:


Spero che ora la differenza sia molto più chiara.

Ma c’è un altro punto fondamentale.

I due prodotti si completano e sono perfettamente coerenti.

Seguimi bene qua, perché questo aspetto potrebbe generare un po’ di confusione nella testa di chi non è molto esperto.

LIXI STRATEGY è assolutamente fondamentale, perché contiene TUTTO ciò che serve per riorganizzare la propria vita finanziaria. 

Per chi ha dei soldi da parte, o per chi ne sta mettendo da parte ora, è assolutamente da pazzi non averlo, non studiarlo e non applicarlo.

E un vero e proprio cambio di mentalità.

Alcuni nostri risparmiatori dicono addirittura che gli ha cambiato la vita!(ovviamente si intende in meglio :D) 


Ora, come ho scritto prima, LIXI STRATEGY va avanti in automatico.

C’è da lavorare all’inizio per impostare la strategia

C’è da tenere monitorato una volta all’anno, in occasione dei ribilanciamenti (e di una manutenzione ai propri obiettivi, stato patrimoniale personale, redditi ecc.)

E poi non c’è da fare NULLA.

Bisogna materialmente dimenticarsi di questi investimenti (DOPO aver pianificato correttamente, ovviamente).

Il problema qual è? Che l’investimento di lungo termine è NOIOSO.

Con una strategia di investimento automatica e su strumenti ampiamente diversificati e orientati al lungo termine come gli ETF (come dev’essere per raggiungere il successo finanziario), il risparmiatore corre un solo rischio.

Soprattutto il risparmiatore a cui comunque piacciono i mercati finanziari.

Gli piace essere più informato degli altri.

Gli piace cercare di cogliere qualche opportunità speculativa.

Gli piace comprendere i trend in formazione e cercare di sfruttarli.

Questo tipo di risparmiatore e investitore corre il rischio che la noia (ripeto: GIUSTA E CORRETTA su LIXI STRATEGY), metta a repentaglio tutta la strategia di pianificazione finanziaria costruita con LIXI STRATEGY.

Corre il rischio di mandare all’aria tutta la strategia, magari perché momentaneamente affascinato da un nuovo trend, oppure addirittura manipolato da un nuovo abile venditore.

Questo perché (lo ripeto per l’ennesima volta perché è il concetto fondamentale del’articolo) una cosa è investire per gli obiettivi di lungo termine (= LIXI STRATEGY).

Una cosa completamente diversa è investire per obiettivi speculativi di breve termine, per dare un po’ di movimento, vivacità e verve al tuo portafoglio complessivo (= LiX-Files). 

Per evitare poi che la speculazione (che noi facciamo comunque con AZIONI e con la massima attenzione su LiX-Files, secondo i miei standard) venga fatta attraverso delle porcate clamorose.

Le ultime che mi segnalano solo il trading sulle scommesse sportive, qualche nuova criptovaluta o i sempreverdi forex e opzioni binarie. 

Ti faccio un esempio attraverso una metafora. Anzi, te ne faccio due.

LIXI STRATEGY è il tuo regime alimentare corretto, la tua “dieta”. 

Una dieta corretta è ciò che ti porterà a uno stato di buona salute e di forma fisica.

Per ottenere risultati ci vuole un po’ di tempo, della disciplina e, si, anche qualche sacrificio.

LiX-Files è il tuo “pasto libero” all’interno della dieta.

Il pasto libero, lo “sgarro” dalla solita dieta rigida, che paradossalmente ti porta ad apprezzare maggiormente la routine (noiosa, ahimè).

Non dev’essere comunque cibo spazzatura (come opzioni binarie e sciocchezze varie), ma può essere del cibo più gustoso e condito, un bicchiere di vino buono in più, un dolce al ristorante. 

Puoi vivere ogni giorno per anni a dieta?

No, perché rischi un giorno di impazzire e mandare tutto a quel paese.

Puoi vivere di sgarri tutti i giorni? 

No, a meno che non ti voglia giocare il fegato e avere colesterolo e trigliceridi sopra i livelli di guardia, con tutto quello che può comportare.

Ok? Secondo esempio.

Immagina una ricetta semplicissima come uno spaghetto aglio, olio e peperoncino. 

Ecco, gli spaghetti, l’aglio e l’olio sono LIXI STRATEGY.

Il peperoncino è LiX-Files.

Ti puoi immaginare una pasta aglio e olio senza peperoncino? 

Immangiabile, manco in ospedale. 

Ti puoi immaginare mangiare a morsi il peperoncino senza il resto? 

Ecco. 

Quindi, LIXI STRATEGY e LiX-Files si completano, si rafforzano e sono assolutamente coerenti con la mia visione complessiva. 

La loro combinazione sarà ciò che vi porterà al successo finanziario di lungo termine. 

Tutto questo, come ora avrete finalmente capito, fa parte di un unico grande progetto e obiettivo. 

Quello di aumentare la vostra consapevolezza finanziaria.

Clicca qui per scoprire LIXI STRATEGY.

Clicca qui per scoprire The LiX-Files.

Luca Lixi

Fondatore Lixi Invest 

P.S.: se non sapete da quale partire, il consiglio è assolutamente quello di partire da LIXI STRATEGY.

PRIMA la protezione, l’assicurazione, la liquidità, il risparmio, gli investimenti di lungo termine (tutto perfettamente affrontato su LIXI STRATEGY) e POI il resto, il denaro da investire per speculazione, e che quindi ci si può permettere di veder oscillare senza infarti.

P.P.S.: rispondo a un’altra domanda che ci viene spesso rivolta.

Con l’acquisto di LIXI STRATEGY, si ottiene il corso COMPLETO dalla A alla Z, che vi accompagnerà per tutta la vita.

Avrete infatti diritto gratuitamente agli aggiornamenti gratuiti che volta per volta rilasceremo. LIXI STRATEGY è un corso auto-conclusivo, che non richiede poi degli altri abbonamenti annui.


About the Author Luca Lixi

Luca Lixi è un imprenditore in ambito finanziario e un investitore, dopo una carriera come consulente e bancario. Autore del libro best-seller I X Comandamenti dell'investimento finanziario, ha fondato WikiLixi, la community di risparmiatori e investitori più grande d'Italia. Oltre 13 anni di esperienza nel mondo della finanza.

Leave a Comment: