Accedi ora a WikiLixi - La più grande community italiana sugli investimenti finanziari dedicata a risparmiatori ed investitori.

Rischio e rendimento:
come trovare il giusto equilibrio negli investimenti

Luca Lixi
Luca Lixi
Fondatore e CEO di Lixi Invest

Tabella dei Contenuti

Il sogno erotico dei risparmiatori italiani è l’investimento sicuro che rende tanto. Ossia l’investimento privo di rischi che allo stesso tempo garantisce eccellenti rendimenti. 

Ti abbiamo già spiegato qui perché questo tipo di investimento non esiste. Tuttavia, oggi, voglio raccontarti come puoi invece realmente ottenere il giusto equilibrio quando investi. 

Equilibrio

Equilibrio non significa stare nel mezzo 

Quando si parla di investimenti, il nostro cervello si trova sempre ad oscillare tra due estremi opposti

Da una parte l’avidità di guadagnare denaro, che ci spinge a cercare di ottenere rendimenti straordinari. 

Dall’altra, la paura di perdere denaro, che ci spinge a fuggire dal rischio. 

Il sogno di ogni risparmiatore sarebbe quello di trovare un investimento in grado di coniugare perfettamente queste due grandi esigenze. 

E l’industria finanziaria tradizionale sa bene come sfruttare a proprio vantaggio questo desiderio.

Perché essa segue il principio di vendere al cliente quello che vuole e non quello di cui ha bisogno. 

Il cliente medio vuole un rischio basso (o, ancora meglio, nullo) e un rendimento alto

Mica perché è scemo.  

Perché è quello che vorremmo tutti. 

E allora l’industria finanziaria ha sfornato negli anni diversi prodotti per far leva su questi due bisogni di sicurezza e rendimento. 

Fondi bilanciati. 

Fondi flessibili. 

Fondi absolute return.

Fondi multi – asset. 

Fondi dynamic multi – strategy. 

Polizze unit linked.

Strumenti finanziari che promettono di saper combinare basso rischio e alto rendimento, ma che poi hanno puntualmente la funzione di: 

  • mantenere un profilo di rischio “medio – basso”, così da poter vendere questi prodotti anche al novantenne timorato di Dio;

  • farti investire il più possibile, così il collocatore può lucrare una commissione fissa annua sul tuo patrimonio gestito (sul grave conflitto di interessi nell’industria finanziaria tradizionale te ne ho parlato qui);

  • non farti capire cosa c’è dentro e tanto meno in quali proporzioni: azioni, obbligazioni, derivati, debito cartolarizzato, obbligazioni spazzatura e altre amene alchimie finanziarie. L’assoluta mancanza di trasparenza non ti permette di capire neanche quello su cui dovresti investire;

  • confonderti con acronimi accattivanti che neanche il gestore del fondo è in grado di pronunciare.

Te lo dico chiaro e tondo. 

Non è scegliendo il fondo bilanciato senza arte e né parte che si ottiene il giusto equilibrio quando si investe.

Non è scegliendo il prodotto prudente che abbina sicurezza e rendimento che si raggiunge l’equilibrio. 

Pensa all’equilibrio negli investimenti come a un colore: il grigio

L’equilibrio, quindi il grigio, non si ottiene scegliendo il grigio stesso. 

Il grigio si ottiene combinando il bianco e il nero.  

Il grigio, l’investimento equilibrato che non rovina le tue coronarie ma ti fa guadagnare, non si ottiene selezionando il “prodotto bilanciato”.

Perchè investire tutti i tuoi risparmi in un prodotto bilanciato e subìre le oscillazioni di questo portafoglio nel tempo, alla fine ti farà capitolare e vendere tutto

Il piano di investimento equilibrato, invece, è basato su una gestione del rischio a due teste, divisa in due

Il giusto investimento si ottiene mixando bianco e nero. 

Vediamo ora in che cosa consistono il bianco e il nero negli investimenti. 

Protezione

Bianco: Protezione e Difesa

Sui soldi che ti servono a breve, o che potrebbero servirti a breve – per le emergenze o gli acquisti programmati –  il tuo scopo è prendere meno rischi possibili

Non puoi permetterti di rischiare

Non puoi permetterti di non averli. 

Perchè non avere quei soldi vuol dire non poter effettuare quell’acquisto per cui stai risparmiando da anni.

O peggio, può voler dire andare in rovina.

Detto fuori dai denti, sono soldi che devi lasciare sul conto corrente

Mi immagino già il ribrezzo di chi ha letto mezzo libro sugli investimenti mentre dice: 

Ma come, se quei soldi non li investo, non guadagno! Anzi, il mio potere d’acquisto diminuisce!” 

Invece no. 

Il compito di questo denaro non è quello di guadagnare. 

Ma quello di farti dormire la notte

Il loro compito è quello di fornirti un cuscinetto psicologico per poter gestire al meglio tutte le oscillazioni del capitale che hai deciso di mettere a rischio e di darti la sicurezza di poter sicuramente far fronte a quell’acquisto programmato. 

Non solo. 

Come ti ho già spiegato qui, la liquidità è anche l’arma segreta dell’investitore intelligente. 

Attacco

Nero: Guadagno e Attacco

Ognuno di noi ha una situazione personale e una propensione al rischio diversa, priorità e obiettivi differenti, ma il principio rimane sempre lo stesso. 

Nelle aree della vita dove rischi moltissimo, devi essere il più prudente possibile. 

In altre, meno pericolose, non ti devi far problemi a correre dei rischi calcolati e a godere delle inaspettate conseguenze positive. 

Ma devi rischiare solo dove puoi permetterti di rischiare.

Per esempio, i soldi che non ti servono subito, e che rimangono dopo aver coperto i cassetti delle emergenze e della liquidità, devono essere correttamente e consapevolmente investiti nel lungo termine.  

Con questi soldi, che ti serviranno tra 10 – 15 – 20 anni, puoi giocare in attacco

E ciò vuol dire investire in ETF adeguatamente diversificati.

Cosciente che il tuo capitale potrà subire nel breve termine delle oscillazioni dovute alla maggior volatilità dei mercati azionari.

Ma altrettanto consapevole che un momentaneo ribasso non può e non deve alterare la tua strategia di pianificazione finanziaria. 

Con la corretta mentalità di lungo termine, la visione d’insieme e il mantenimento della tua personale strategia, ti puoi permettere potenziali oscillazioni perché hai il TEMPO dalla tua parte. 

Ciò non toglie che tu possa dedicare una frazione del tuo capitale all’investimento su singole azioni, se è un’attività per te stimolante

All’interno del gruppo WikiLixi (a cui puoi accedere cliccando qui) ho ripetuto un’infinità di volte come il gli approcci all – in (investire tutti i tuoi risparmi sui mercati finanziari) e all – out (stare sempre fuori dai mercati, rimanendo completamente liquido) siano entrambi approcci perdenti

Il processo d’investimento è fatto di pesi e contrappesi

Non ti puoi permettere di andare all-in con tutto il tuo patrimonio su un pugno di azioni singole perché “tanto sicuro salgono”

Al contrario, dedicare una piccola parte del tuo capitale (che puoi permetterti di perdere) all’investimento in singole azioni può regalare grandi soddisfazioni.

Perché ti permette di soddisfare quell’istinto primordiale competitivo che ti spinge a cercare di individuare la nuova Apple o Google. 

Perché ti permette di ambire ad rendimento extra senza esporti al rischio di andare in rovina. 

In The Lix-Files, la membership dedicata agli investitori che vogliono investire in singole azioni guidati da un team di esperti, facciamo esattamente questo. 

Investiamo per obiettivi speculativi di breve termine per dare un po’ di movimento, vivacità e verve al portafoglio complessivo. 

Seguendo sempre una strategia di money management ben delineata. 

Aggiornandoti costantemente con analisi di mercato e approfondite ricerche sulle singole azioni

Per saperne di più su The Lix–Files, clicca qui.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su print
Print
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su print
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti