copertina-musk

Quello che gli uomini più ricchi del mondo hanno in comune

Oltre 200 miliardi di dollari. Questo è il valore del patrimonio dell’uomo più ricco del mondo.

Qual è il segreto che si nasconde dietro a questa enorme ricchezza? L’essere nato in una famiglia già ricca? L’aver investito con fortuna e profitto in qualche immobile?

Assolutamente no.

Dietro a questa ricchezza c’è qualcosa di strettamente legato all’economia reale. Ti racconto tutto in questo nuovo articolo del blog.

Chi sono gli uomini più ricchi del mondo

Uno degli obiettivi della mia azienda, la Lixi Invest, e del mio gruppo Facebook Wikilix, la community più grande d’Italia dedicata alla finanza personale (a cui ti puoi iscrivere qui), è di fare chiarezza.

E ciò su cui voglio fare chiarezza oggi è la mentalità finanziaria corretta da tenere quando pensi a come far crescere i tuoi soldi.

Per fare ciò, ti invito a dare un’occhiata alla classifica dei 5 uomini più ricchi del mondo, secondo quanto riportato dal Bloomberg Billionaires Index a febbraio 2021:

  1. Elon Musk, con un patrimonio di 202 miliardi di dollari;

  2. Jeff Bezos, con un patrimonio di 194 miliardi di dollari;

  3. Bill Gates, con un patrimonio di 135 miliardi di dollari;

  4. Bernard Arnault, con un patrimonio di 111 miliardi di dollari;

  5. Mark Zuckerberg, con un patrimonio di 101 miliardi di dollari.

Bezos e Zuckerberg

Le posizioni di questa classifica vengono spesso scambiate, in base alle quotazioni di Borsa delle aziende che questi uomini rappresentano.

Tuttavia, nel grosso, i nomi sono sempre gli stessi.

Musk di Tesla, Bezos di Amazon, Gates di Microsoft, Arnault di Louis Vuitton, Zuckerberg di Facebook.

La prima cosa che puoi intuire è che nessuno, all’interno di questa lista, è diventato ricco:

  • vendendo beveroni tramite network marketing;

  • facendo trading sul Forex;

  • inventando in sistemi di trading sulle scommesse sportive;

  • utilizzando qualsiasi altra attività spacciata come scorciatoia per arricchirsi.



Questi sono i fatti.

Ma allora come sono diventate immensamente ricche queste persone? 

Sono fortunate? 

Sono ricche di famiglia?

Direi proprio di no.

Auto di lusso e villa

Il vero motore della ricchezza

Per capire che cosa accomuna gli uomini più ricchi della Terra, dobbiamo fare un passo indietro e vedere da che cosa è composta la loro ricchezza.

Prendiamo Elon Musk, il cui patrimonio ha un valore di oltre 200 miliardi di dollari.

Una grossa quota di questa ricchezza, pari a 120 miliardi di dollari, è costituita da azioni di Tesla.

Quindi circa il 18% del capitale sociale di Tesla è di proprietà di Musk.

Andiamo avanti con Bezos, che vanta un patrimonio del valore di circa 194 miliardi di dollari.

173 miliardi di questa ricchezza derivano dalla sua partecipazione in Amazon.

Bezos detiene quindi circa il 10% del capitale sociale del gigante dell’e-commerce.

Spostiamoci ora in Francia, dove troviamo Bernard Arnault con un patrimonio del valore di oltre 111 miliardi di dollari.

Arnault detiene più del 40% del capitale sociale del colosso del lusso Christian Dior, per un valore di oltre 91 miliardi.

Possiede inoltre altri 19 miliardi in azioni Louis Vuitton, altro famosissimo brand del lusso.

Continuiamo con Mark Zuckerberg, che tutti conosciamo come il fondatore di Facebook.

Egli possiede una ricchezza di oltre 100 miliardi di dollari, di cui ben 98 miliardi sono costituiti da partecipazioni proprio in Facebook, di cui detiene più dell’ottanta per cento del capitale sociale.

Che cosa hanno dunque in comune Musk, Bezos, Arnault, Zuckerberg (e tutte le persone più ricche del mondo)?

Si dedicando agli investimenti immobiliari?

Investono in oro, diamanti, orologi, vini pregiati, arte?

Certo, qualche spicciolo lo avranno anche usato in queste speculazioni, rispettando le corrette proporzioni.

Ma la verità è che sono tutti, prima di tutto, degli imprenditori.

Non è un caso che il quarto comandamento del mio libro “I X comandamenti dell’investimento finanziario” sia “INVESTI IN AZIENDA”.

Libro “I X comandamenti dell’investimento finanziario”

Fondi una società, fatturi, fai utili, distribuisci i dividendi.

Attenzione però: investire in azienda è estremamente rischioso. 

Il tasso di fallimento delle nuove imprese ruota attorno al 90% dopo pochi anni.

Di certo non un’attività per tutti.

Tuttavia, c’è un’altra via che anche tu puoi percorrere per partecipare al successo aziendale altrui.

Facendo attività d’impresa indiretta, ossia attraverso l’investimento in azioni.

Rischio e rendimento: le due facce dell’investimento in azioni

Pensaci un attimo.

Musk, Bezos, Arnault, Zuckerberg non sono solo degli imprenditori, ma abbiamo visto che sono anche dei grandi investitori.

La maggior parte del loro patrimonio è infatti investito in azioni, ovvero in quote di aziende.

Certo, abbiamo detto che essi sono i fondatori delle stesse aziende in cui investono.

Ma è anche indiscutibilmente vero che le azioni, tra una bolla e l’altra, e non senza ribassi epocali, rappresentano l’investimento più profittevole nel lungo periodo.

No immobili, no oro, no titoli di Stato, no conti deposito.

Ma azioni.

 

Grafico con rendimenti singole asset class

Ora non diventerai l’uomo più ricco del mondo (e di certo non sarò io a promettertelo), ma capisci che tra il diventare la quinta persona più ricca del pianeta e il continuare a investire su prodotti bancari non efficienti, o lasciare tutti i soldi liquidi sul conto, c’è una bella via di mezzo, no?

Via di mezzo che significa investire in modo corretto, ottenere un giusto rendimento, e approfittare di ciò che di buono ha da offrire il mercato azionario, che è il mercato delle aziende produttive, ossia dell’economia reale.

Attenzione, però: dato che qui in Lixi Invest si fa vera educazione finanziaria e non si vendono sogni, è mio compito avvertirti che investire in azioni comporta un rischio.

Se non comportasse un rischio, non ci sarebbe nemmeno il rendimento.

Per questo motivo va fatto sempre in maniere consapevole e adeguata.

In termini di quantità di capitale investito, di strategia (“Quando acquisto?”, “Quando vendo?”, “Dove investo?”) e di gestione del rischio complessivo.

E questo è esattamente quello che insegniamo a fare all’interno di Lixi Plannix, il processo pratico e completo di pianificazione finanziaria, che ha permesso ha migliaia di nostri clienti di essere completamente autonomi e sicuri nella gestione dei loro soldi e investimenti.

Lixi Plannix uscirà nel 2021; se vuoi essere avvisato prima di tutti gli altri sulla data di uscita, iscriviti qui alla lista d’attesa ufficiale.

Alla tua consapevolezza e prosperità finanziaria.

Luca

di Luca Lixi

Fondatore e CEO di Lixi Invest

Share

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Enzo
Enzo
30/07/2021 09:15

sono dati incontrovertibili su cui vale la pena fare una riflessione.
Razionale e non Emotiva

wikilix
Accedi al gruppo Facebook Wikilix, al suo interno gni giorno decine di migliaia di partecipanti vengono aiutati da Luca e dal suo team a prendere decisioni più consapevoli sulle proprie finanze personali.

Potrebbe interessarti anche