Accedi ora a WikiLixi - La più grande community italiana sugli investimenti finanziari dedicata a risparmiatori ed investitori.

Portafoglio All Weather di Ray Dalio: tutto quello che non hanno il coraggio di dirti

Luca Lixi
Luca Lixi
Fondatore e CEO di Lixi Invest

Tabella dei Contenuti

Quando ricevo messaggi del tipo: “Cosa ne pensi del portafoglio All Weather di Ray Dalio? Sai, io che so dove andare a cercare, l’ho trovato gratis sul webbe!”, la mia reazione è sempre e solo questa:

Luca Lixi

Ecco il motivo per cui in questo articolo voglio spiegarti perché il portafoglio All Weather di Ray Dalio è assolutamente sconsigliato per un investitore europeo del 2021.

P.S. Questo articolo approfondisce uno dei concetti che ho spiegato negli episodi 3 e 4 de “I Princìpi dell’Investimento”, il podcast condotto insieme a Valerio Russo di Talent Bay. Qui sotto, ti lascio, oltre al testo dell’articolo, anche le puntate integrali del podcast.

I Princìpi dell’Investimento – L’uomo che gestisce 150 miliardi di dollari: Ray Dalio (1a parte)

I Princìpi dell’Investimento – L’uomo che gestisce 150 miliardi di dollari: Ray Dalio (2a parte)

Cos’è il portafoglio All Weather

Ray Dalio è un leggendario gestore di hedge fund e investitore.

Attraverso la sua società, la Bridgewater Associates, gestisce miliardi di dollari e una serie di portafogli che hanno come obiettivo quello di battere il mercato.

E poi c’è l’All Weather Portfolio, che è, a mio avviso, il portafoglio più interessante di tutti.

Perché, come dice il nome stesso, è stato costruito per tutte le condizioni meteo.

Un portafoglio sempreverde, valido per tutte le stagioni economiche.

Questo tipo di strategia è basata su una teoria apparentemente semplice.

Semplice, ma non facile.

Teoria che ti posso riassumere in due idee che di seguito ti vado a spiegare.

1. Nessuno è in grado di prevedere le condizioni economiche future  

Ogni ciclo economico è caratterizzato da fasi di crescita e recessione economica, da fasi di inflazione e deflazione.

Durante ognuna di queste fasi, ci sono delle asset class che performano meglio e altre che performano peggio.

Ad esempio, durante una fase economica recessiva e di potenziale ribasso dei mercati, le obbligazioni saranno un porto relativamente sicuro per gli investitori.

Al contrario, in una fase economica di espansione, l’azionario offrirà rendimenti migliori.

Il denaro non viene bruciato.  

I soldi fluiscono da un asset class ad un’altra.

Come nei vasi comunicanti.

Ma allora mi basta cambiare asset allocation in base all’evoluzione dello scenario economico!

Sì bravo, non ci aveva pensato mai nessuno.

Il problema è che del passaggio da una fase all’altra te ne accorgi DOPO, non prima e nemmeno durante.

Stagioni economiche ed asset allocation

2. Nessuno è in grado di prevedere il comportamento dei mercati finanziari

Checchè ne dica il tuo blogger da cameretta preferito o il tuo fidato promotore finanziario di Cernusco sul Naviglio, questa è la realtà.

I mercati finanziari sono dominati dall’incertezza.  

E nessuno è in grado di dirti quali saranno le asset class che performeranno meglio in futuro.

Sono anni che sul gruppo Facebook WikiLixi (la community per investitori privati più grande d’Italia, a cui puoi accedere cliccando qui) lo ripeto allo sfinimento: chi dice di saper prevedere il mercato è solo un ciarlatano starnazzante.

Fine della teoria.

E la pratica?

Posto che non è possibile prevedere le stagioni economiche e tantomeno il futuro dei mercati finanziari, la soluzione migliore è creare un portafoglio che performi bene sempre.

Un portafoglio che sappia reggere il colpo quando le Borse sono in picchiata e assicurare profitti quando i mercati sono in rialzo.

Un portafoglio di investimenti evergreen che contenga al suo interno tutte le asset class, bilanciate secondo le giuste proporzioni.

La ricetta del portafoglio All Weather di Dalio, che ha divulgato nelle sue interviste con Tony Robbins, si basa proprio su questa filosofia.

E in ragione di ciò, prevede questi ingredienti:

  • 30% azioni (per lo più un prodotto che replichi lo S&P500 americano);

  • 40% titoli obbligazionari americani a lungo termine;

  • 15% titoli obbligazionari americani a medio termine;

  • 7,5% materie prime;

  • 7,5% oro.

Prima di fiondarti sul tuo home banking pensando di poter replicare alla cieca questo portafoglio, fammi spiegare perché non dovresti assolutamente farlo.

Rischio

Perché il portafoglio All Weather non fa per te

Anticipo la levata di scudi.

“Ma chi si crede di essere questo Lixi? Questo è l’All Weather permanent portfolio di Dalio!”

“Che problemi ha Lixi visto che si considera più sveglio di Dalio?”

No. Il problema non è mio.

Il problema è di chi continua a raccattare roba gratis su internet e di chi prende dai libri proprio l’unica cosa che NON dovrebbe prendere, ovvero l’asset allocation all’americana, slegata da ogni cognizione spazio – tempo.

Dai grandi investitori, dai grandi accademici e dai grandi pensatori dell’investimento, io imparo ciò che so di dover imparare.

Il superfluo lo lascio a chi pensa di poter costruire la propria strategia finanziaria sulla base di un libro comprato su Amazon a 15 euro.

Ecco perché non ho alcun problema a dirti che il portafoglio All Weather non fa per te per questi motivi:

  • Scarsa flessibilità della componente azionaria

    Una componente azionaria del 30% è insufficiente per raggiungere obiettivi di crescita del capitale nel lungo termine.

    Viceversa, per obiettivi di investimento più vicini nel tempo, l’esposizione all’azionario del 30% potrebbe essere troppo rischiosa.

  • La componente azionaria non è sufficientemente diversificata

    Posto che OGGI gli Stati Uniti sono il faro dei mercati finanziari, non abbiamo certezze che DOMANI continuerà ad essere così.

    Te la senti di esporre a questo rischio il tuo patrimonio?

  • Zero diversificazione valutaria

    Il portafoglio All Weather ha un’esposizione valutaria totale nei confronti del dollaro.

    Perché è un portafoglio pensato e strutturato per l’investitore americano.

    Investitore che guadagna, spende e investe in dollari.

    Farà pure figo vantarsi dal barbiere dei tuoi investimenti denominati in dollari.

    Ma se sei un investitore europeo che guadagna e spende in euro, ti stai esponendo eccessivamente al rischio di cambio, cioè al rischio delle oscillazioni delle valute.  

    Rischio che potrebbe polverizzare i rendimenti del tuo portafoglio.

  • Eccessiva esposizione ai rischi dell’obbligazionario lungo termine  

    Gli Stati Uniti stanno conoscendo solo da pochi mesi cosa significa “avere i tassi d’interesse a zero”. Ma veramente a zero.

    E gli investitori americani non sono assolutamente abituati a una situazione del genere.

    In un mondo in cui i rendimenti dei titoli governativi sono ai minimi storici, investire il 40% del proprio capitale in obbligazioni governative a lungo termine è follia.

    Perché ti espone ad un enorme rischio di tasso d’interesse, cioè al rischio di veder ridotto il valore nominale delle tue obbligazioni in caso di un aumento dei tassi d’interesse.

    Ricordatelo quando tenteranno di rifilarti enormi quantità di Titoli di Stato (su tutti, i Btp Italia).

Rendimenti obbligazionario americano a lungo termine

In conclusione  

Io condivido e applico la teoria e la filosofia che stanno alla base del permanent portfolio di Ray Dalio.

Questa strategia è una delle fondamenta su cui ho costruito i portafogli evergreen per i miei clienti.  

Strategia declinata precisamente per i risparmiatori italiani.

Strategia modulata in base ai propri obiettivi di investimento.

Strategia ulteriormente perfezionata in tema di ribilanciamento periodico per mantenere le proporzioni fra le diverse asset class.

Strategia perfettamente integrata con un processo completo di pianificazione finanziaria, budgeting e risparmio.

Strategia perfettamente compatibile e complementare con portafogli più speculativi.

Lo stesso Dalio, pur riconoscendo al suo permanent portfolio una solida e robusta base teorica e la potenzialità di comportarsi bene in qualunque condizione economica e di mercato, gestisce gli altri suoi fondi con l’obiettivo dichiarato di cercare di battere il mercato.  

Ora, è normale che anche un investitore normale, oltre a investire in noiosi (ma fondamentali) portafogli evergreen a lungo termine, abbia quell’istinto più competitivo che lo porta a sognare di beccare la nuova Amazon.

Non c’è nulla di male in questo, se fatto seguendo una precisa strategia e determinati criteri.

Ed è quello che noi facciamo ogni giorno su The Lix-Files, la membership riservata a tutti quegli investitori che vogliono dedicare una parte del loro capitale all’investimento su azioni singole.

Per saperne di più su The Lix–Files, clicca qui.

Alla tua sicurezza e prosperità finanziaria,

Luca

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su print
Print
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su print
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
I più vecchi
I più recenti I più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Gianluca Piretti
Gianluca Piretti
1 mese fa

Impeccabile, preciso e granitico come sempre!
Belli i podcast, complimenti a te e Valerio.