Copertina

Paura della volatilità sui mercati? Ecco come superala (e trarne vantaggio)

La volatilità (la variazione dei prezzi degli investimenti finanziari di cui abbiamo parlato anche in uno dei nostri podcast) è una delle ragioni principali per cui molti piccoli investitori perdono i loro soldi. Infatti, quando aprono il conto e vedono i loro investimenti andare sulle montagne russe (soprattutto in discesa) si sentono male e decidono di vendere tutto. Ma la volatilità è in realtà una caratteristica che puoi sfruttare a tuo vantaggio se riesci a non farti prendere dal panico. Con l’articolo di oggi vedremo come fare.

 

La volatilità è la ragione per cui molti piccoli investitori perdono i loro soldi.

Quando le perdite virtuali raggiungono un certo limite non ce la fanno a sostenere la pressione e vendono, preferendo la certezza di una perdita all’incertezza e alla prospettiva di poter perdere ancora di più.

Puoi gestire la volatilità senza paura se stai seguendo un piano di investimenti.

Ma quando faccio gli stessi discorsi ai miei clienti, vedo negli occhi di qualcuno un dubbio nascosto.

“Si, quello che dici ha senso a livello razionale, ma non sono ancora sicuro di voler cominciare ad investire.”

Nonostante dati e statistiche, rimane una forma ancestrale di paura.

Una paura ovviamente comprensibile.

A nessuno piace vedere il valore dei propri risparmi muoversi in modo repentino, soprattutto al ribasso, ma quando si continua a volere l’investimento sicuro e garantito (che oggi ha rendimenti inesistenti), ci si dimentica di una cosa importantissima.

La volatilità è parte integrante della nostra vita.

Pensa al tuo lavoro, ai tuoi successi sportivi, alle tue relazioni.

Sono sempre andati costantemente bene, giorno dopo giorno, o ci sono stati dei momenti più difficili in cui le cose andavano storte e, anzichè fare progressi, ti sentivi come un gambero?

Ecco, questa è volatilità applicata alla vita.

Anche quando fai tutto giusto, qualcosa di imprevisto può cambiare i tuoi piani e far peggiorare le cose.

Questo accade dappertutto, e il mondo degli investimenti non fa eccezione.

La volatilità spiegata attraverso una storia

Per superare questa paura, oggi voglio utilizzare un metodo diverso: una storia riadattata dagli insegnamenti di Benjamin Graham, il maestro di Warren Buffett.

Nella storia originale Graham parla di due soci che hanno appena aperto una società, ma visto che in Italia ci sono molti amanti dell’immobiliare e praticamente tutti hanno una casa, ho deciso di riadattare la storia, che riguarderà l’acquisto di una casa.

Immagina di aver comprato una casa, del valore di 100.000 Euro, in cui vivi felice.

Un giorno, mentre stai uscendo per andare a fare la spesa, trovi un signore fuori casa, vestito in modo molto elegante.

Si avvicina e ti dice:

Questa casa è fantastica, voglio comprarla! Ti darò 95.000 Euro in contanti.”

Cosa faresti?

Probabilmente penseresti che sia solo un tipo un po’ strano, quindi gli risponderai di non essere interessato e te ne vai.

Il giorno dopo, la scena si ripete, ma questa volta il tizio ti offre 110.000 Euro.

Dato che non ti va di fare traslochi e di cercare una nuova casa per solo 10.000 Euro in più, rifiuti di nuovo e via.

Il terzo giorno, il tizio è ancora di fuori e stavolta ti propone 30.000 Euro.

Ti fai una risata e vai via senza neppure rispondere.

Sai bene che casa tua vale molto di più e ti chiedi come gli sia venuta quest’idea bizzarra.

Il quarto giorno, il tizio ti fa una proposta indecente: un milione di Euro.

E stavolta, nonostante tu sia molto affezionato a casa tua, decidi di cominciare una trattativa e, alla fine, vendi

Ora, a parte il fatto che fare affari con uno stalker fuori casa non è il massimo della vita, il messaggio che voglio far passare è un altro.

Il tizio fuori da casa tua, che tutti i giorni ti propone un prezzo diverso, è “Mr. Market”, il mercato azionario.

La somma delle azioni di tutti gli investitori che comprano e vendono.

Graham definisce Mr. Market come una persona che ha problemi emozionali incurabili.

Alcuni giorni è veramente euforico, altri esageratamente depresso e le offerte (i prezzi) che ti fa riflettono il suo stato d’animo in quel momento.

Questi stati d’animo non rappresentano altro che la volatilità dei prezzi e sono la ragione per cui i movimenti in su o in giù e a volte possono essere estremi.

In realtà queste oscillazioni sono un grandissimo vantaggio per gli investitori intelligenti.

Anzi, sono la ragione per cui riescono a portare a casa un rendimento più alto.

Nessuno li obbliga a vendere quando il prezzo non li soddisfa, specialmente quando conoscono il valore di quello che hanno comprato.

Quando il tizio nell’esempio della casa ti ha proposto un prezzo di 30.000 Euro per comprarla, la tua reazione non è stata preoccupazione.

Ci vivi dentro, sai che vale molto di più e non sarà l’opinione di uno sconosciuto a farti cambiare idea.

Con i prodotti finanziari (in particolare le azioni e gli ETF azionari) è la stessa cosa.

Anche se ci sono ribassi di prezzo repentini, i tuoi soldi stanno continuando a lavorare per te.

Le azioni producono dividendi e le società continuano a reinvestire gli utili per crescere ancora di più.

E quindi non ha senso vendere.

Tutto va bene, c’è solo uno stalker che ti ha fatto un’offerta troppo pessimista e domani ritornerà con un’offerta diversa.

Se anche quella non ti piace, puoi sempre rifiutare e aspettare il giorno dopo, il mese dopo, l’anno dopo o addirittura non vendere mai.

La pazienza è l’arma segreta per guadagnare dalla volatilità.

Gli investitori professionisti cercano poi di approfittarne, comprando azioni quando i prezzi sono più bassi, anziché vendere impauriti, ma è psicologicamente molto difficile da fare.

Per gli investitori privati come te, il modo migliore per approfittare della volatilità è usare un piano di accumulo (meglio ancora se automatico) e dimenticarsi dei prodotti finanziari acquistati, controllandoli al massimo una volta all’anno.

In questo modo vedrai molta meno volatilità e ti sarà molto più facile prendere le decisioni giuste per i tuoi investimenti.

Se non hai idea da dove cominciare, fino a qualche tempo fa ti avrei consigliato di dare un’occhiata a LIXI STRATEGY,il corso che ti spiega esattamente come investire sulla base dei tuoi obiettivi personali e come gestire la volatilità dei mercati.

LIXI STRATEGY purtroppo non è più disponibile, ma puoi iscriverti alla lista d’attesa di Lixi Plannix, il processo di pianificazione finanziaria ulteriormente integrato e migliorato che ti aiuterà a riprendere il controllo della tua finanza personale.


Lixi Plannix è in arrivo nel 2021.

Lorenzo

di Lorenzo Brigatti

Behavioral Finance Editor e Product Manager di Lixi Invest

Share

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
wikilix
Accedi al gruppo Facebook Wikilix, al suo interno gni giorno decine di migliaia di partecipanti vengono aiutati da Luca e dal suo team a prendere decisioni più consapevoli sulle proprie finanze personali.

Potrebbe interessarti anche