p096hbwt

Il rapporto con il denaro secondo la filosofia stoica

di Matteo Cadei

wikilix
Accedi al gruppo Facebook Wikilix, al suo interno gni giorno decine di migliaia di partecipanti vengono aiutati da Luca e dal suo team a prendere decisioni più consapevoli sulle proprie finanze personali.

L’investitore è spesso coinvolto in una “relazione” fallimentare con il denaro, che non porta a nessuna gioia (e guadagni).

Per investire con successo, invece, ci vuole cervello e umiltà, che è quello che cerchiamo di far passare in Lixi Invest.

È facile trattare solo ed esclusivamente i temi degli investimenti (come fanno su alcuni blog, youtuber, o tik tok a caso), ma il nostro lavoro non deve finire lì.

Bisogna approfondire anche tutti gli argomenti che fanno parte della sfera personale dell’investitore. Come proteggersi, risparmiare e come pensare al denaro.

Lavorando e andando avanti con il passare del tempo accumuliamo beni, denaro e legami.

Il nostro lavoro.

La nostra casa.

La nostra auto.

Le nostre relazioni.

La nostra reputazione.

Guardare ciò che possediamo, ciò per cui abbiamo versato tanto sudore e sangue è un’esperienza immensamente gratificante.

La prima strofa di una bellissima poesia stoica recita:

“Il momento in cui, dopo molti anni

di duro lavoro e un lungo viaggio

ti trovi al centro della tua stanza,

o quadrato, o casa, o isola, o paese,

sapendo finalmente come ci sei arrivato,

e dire: questo è mio”.

Ma lo stoico sa che non possediamo mai nulla, in realtà.

Tutto ciò che possediamo in questa vita, secondo Marco Aurelio, anche la vita stessa, è veramente nostro solo per poco.

Siamo affittuari. 

Le nostre vite sono qui in prestito e ci possono essere richieste in qualsiasi momento.

È il concetto del “memento mori”, un monito latino che si narra venisse sussurato all’orecchio dei generali romani durante le marce trionfali di ritorno da una guerra vittoriosa e che potrebbe essere tradotto come “ricordati che morirai“. 

Nessuno di noi possiede nulla per sempre.

Quello che abbiamo oggi potrebbe non esserci più domani.

Dopo questo schiaffo di allegria (scusami) andiamo a capirne i risvolti per la nostra finanza personale.

Stiamo vivendo un evento storico, dopo 2 anni dall’inizio della pandemia cosa ti porti a casa?

Quale pensiero ti ha più colpito?

Nei mesi in cui non si poteva uscire, come in molti hanno fatto, anch’io ho accumulato denaro.

E “grazie” al periodo di pandemia ho avuto una migliore chiave di lettura nel vedere il denaro come un mezzo e non come un fine.

Non sono SOLO i soldi a renderci felici.

Cosa ho fatto con i soldi che accumulavo senza poterli spendere in esperienze? Senza usarli per la vita sociale?

Niente.

Li ho, appunto, accumulati.

Se all’inizio l’idea di far crescere quel gruzzolo alimentava la mia avidità (in positivo), poco dopo mi sono reso conto che non è per questo che lavoriamo, risparmiamo e investiamo. 

Non è per i soldi in sé, ma per le attività che possiamo e dobbiamo fare, (anche) grazie al denaro.

Quei mesi in cui accumulavo e basta mi hanno fatto ancor di più comprendere l’importanza di vedere i soldi come un mezzo e non un fine.

Uno dei miei quadri preferiti è di Hieronymus Bosch, pittore olandese del 1500,.

Si chiama “Morte di un avaro” e purtroppo, per poterlo vedere, bisogna andare nella National Gallery di Washington.

Raffigura una stanza stretta con un uomo su un letto a baldacchino che riceve la visita dalla Morte.

Un angelo gli indica il crocifisso, la redenzione.

Ma anche se da dietro il crocifisso, un raggio di luce scende sull’uomo, il suo sguardo è sulla Morte e la sua mano destra punta verso la borsa di denaro.

Da avaro il suo fine sono i soldi e la sua fine è aver vissuto una vita senza viverla.

Umberto Galimberti, filosofo e famoso psicoanalista italiano, nel libro “I vizi capitali e i nuovi vizi” scrive:

“L’avarizia è il più stupido dei vizi capitali perché gode di una possibilità, o se si preferisce di un potere, che non si realizza mai. Il denaro accumulato dall’avaro, infatti, ha in sé il potere di acquistare tutte le cose, ma questo potere non deve essere esercitato, perché altrimenti non si ha più il denaro e quindi il potere a esso connesso. Il desiderio dell’avaro non va mai al di là del denaro, perché agli occhi dell’avaro il denaro non è un mezzo per qualcos’altro, ma un fine in sé, anzi la forma pura del potere che il denaro possiede alla sola condizione di non essere speso.”

Secondo Henrik Ibsen, padre della drammaturgia moderna: “il denaro può darvi il cibo ma non l’appetito, la medicina ma non la salute, i conoscenti ma non gli amici, i servitori ma non la fedeltà, giorni di gioia ma non la felicità e la pace”.

Possiamo avere tutti i soldi che vogliamo, ma se abbiamo una relazione morbosa con il denaro non andremo molto lontano.

Con il denaro, il risparmio e gli investimenti, come in qualunque aspetto della nostra vita, è ancora una volta, tutta questione di equilibrio.

PS. Questo articolo è stato rielaborato a partire da un editoriale del nostro Lixi Invest Magazine, il mensile riservato ai nostri clienti che ogni mese affronta i temi più importanti legati all’investimento di lungo termine, i mercati e la psicologia degli investitori.

Per scoprire come accedere a tutti gli articoli del magazine prenota una chiamata gratuita con i nostri tutor che sapranno guidarti nella scelta della soluzione più adatta alle tue esigenze come risparmiatore e investitore.

di Matteo Cadei

Financial Analyst di Lixi Invest

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

wikilix
Accedi al gruppo Facebook Wikilix, al suo interno gni giorno decine di migliaia di partecipanti vengono aiutati da Luca e dal suo team a prendere decisioni più consapevoli sulle proprie finanze personali.

Potrebbe interessarti anche

Entra nella community di riferimento per la finanza personale e gli investimenti.

Ogni giorno oltre 26 mila persone vengono aiutate da Luca e dal suo team a prendere decisioni più consapevoli sulle proprie finanze personali e i loro investimenti.

All'interno del gruppo troverai articoli, post, ricerche e notizie utili sul mondo degli investimenti spiegati in modo semplice e comprensibile da chiunque.

Entra nella community di riferimento per la finanza personale e gli investimenti.

Ogni giorno oltre 25 mila persone vengono aiutate da Luca e dal suo team a prendere decisioni più consapevoli sulle proprie finanze personali e i loro investimenti.

All'interno del gruppo troverai articoli, post, ricerche e notizie utili sul mondo degli investimenti spiegati in modo semplice e comprensibile da chiunque.