Accedi ora a WikiLixi - La più grande community italiana sugli investimenti finanziari dedicata a risparmiatori ed investitori.

Effetto Dunning-Kruger: sei sicuro di essere un buon investitore?

Tabella dei Contenuti

Chi non ha mai sentito amici vantarsi di come guidano bene? O amanti di vini o di cibo spacciarsi per esperti? Per non parlare di tutti gli allenatori della domenica che puntualmente deridono il vero allenatore pensando di essere migliori. Un po’ per darsi arie e un po’ per superbia, fatto sta che ognuno di noi si è trovato ad avere a che fare, almeno una volta nella vita, con persone che si sono dichiarate più abili o competenti di quanto non fossero in realtà. E lo stesso succede anche nel mondo degli investimenti. Ti racconto tutto in questo articolo.

Che cos’è l’effetto Dunning-Kruger

Nel 1999 due psicologi, David Dunning e Justin Kruger, della Cornell University, hanno condotto una ricerca in cui chiedevano ad alcuni gruppi di studenti di valutare le proprie capacità logiche, grammaticali e umoristiche.

Ciò che hanno scoperto è che le persone che hanno ottenuto percentuali più basse nei test, tendevano anche a sovrastimare drammaticamente il proprio livello di abilità.

Questi soggetti non erano nemmeno in grado di riconoscere i livelli di competenza di altre persone, il che è parte del motivo per cui si consideravano erroneamente più capaci e più informati degli altri.

L’effetto Dunning-Kruger, è proprio quella distorsione cognitiva (o bias) a causa della quale, individui poco esperti in un campo, tendono a sopravvalutare le proprie abilità ritenendosi (a torto) degli esperti.

L’effetto Dunning-Kruger nel mondo finanziario

L’effetto Dunning-Kruger è uno delle più grandi distorsioni cognitive che affliggono il mondo finanziario e degli investimenti.

Quanti pseudo-trader, rinchiusi nelle loro camerette, provano a fare previsioni del tipo:

“L’Indice del Sud Africa arriverà a 6.528 entro fine mese”

“Il prossimo anno il rame sarà il nuovo oro”

“Lunedi le borse apriranno a -2,89%”.

Poi ci sono i media che provano a far credere che se uno è abbastanza intelligente, potrebbe riuscire a prevedere le mosse del mercato.

Molti pubblicizzano la stessa analisi finché arriva la volta in cui indovinano.

Ma come dice il detto:

Anche un uomo con un orologio rotto saprà dire l’ora esatta 2 volte al giorno.

La verità è che nessuno può prevedere se i mercati saliranno o scenderanno.

Nessuno può conoscere a priori qual è il momento più opportuno per entrare sul mercato, azzeccando il punto di minimo, o per uscirne, indovinando il punto di massimo.

Pensare di avere la capacità di fare market timing è solo una conseguenza dell’effetto Dunning-Kruger (e quindi solo un illusione).

Lascio che siano le parole di Jack Bogle, uno dei più grandi maestri che il mondo finanziario abbia avuto, nonché fondatore di Vanguard, una delle più grandi società di investimenti del mondo, a spiegare meglio questo concetto:

Certo, sarebbe bello uscire dal mercato azionario ai massimi e rientrare ai minimi, ma in 65 anni nel settore, non solo non ho mai incontrato nessuno che sapesse farlo, ma non ho nemmeno incontrato nessuno che avesse incontrato qualcuno che sapesse farlo.

Anche Warren Buffett, l’Investitore per antonomasia, ha dichiarato, a maggio 2020, durante il meeting annuale degli azionisti della sua società, la Berkshire Hathaway, di NON sapere che cosa farà il mercato (devastato dal Coronavrus) in futuro.

Se i più grandi investitori del mondo non hanno idea di come il mercato si possa muovere domani, come può saperlo lo pseudo-trader che lavora dalla sua camaretta?

Come non cadere vittima dell’effetto Dunning-Kruger

Non seguire continuamente giornali, programmi TV e qualsiasi personaggio che fa delle inutili previsioni, perché la sovraesposizione a troppi input diversi, potrebbe portarti a fare il grosso errore di non investire.

E questa, storicamente, non è mai stata una strategia vincente.

Lo abbiamo ampliamento visto all’interno del nostro webinar gratuito.

Oppure, ancora peggio, tutte queste informazioni, potrebbero convincerti che investire in azioni specifiche o investire sulla base delle ultime notizie del TG possa essere un’ottima idea.

Senza sapere che, anche in questo caso, non è una strategia vincente.

(E non a caso, il IX comandamento del libro I X comandamenti dell’investimento finanziario di Luca Lixi, è “Spegni la TV”).

E ancora, non cercare di prevedere quale sarà il mercato, l’asset class, il titolo, lo strumento che renderà di più nel minor tempo possibile.

Non pensare di poter prevedere, controllare o influenzare il mercato.

Quello che invece puoi fare è imparare a gestire la tua finanza personale, esattamente come insegnamo a fare qui sul blog e nel gruppo Facebook WikiLixi, la più grande community in Italia dedicata agli investitori privati.

Puoi inoltre imparare a prevedere, controllare e influenzare il tuo atteggiamento di fronte alla volatilità del mercato, grazie all’utilizzo di un’adeguata strategia di investimento, progettata sulla base dei tuoi obiettivi personali e della tua condizione finanziaria.

Ti sembra banale?

Teoricamente lo è.

Ma metterlo in pratica richiede invece grande COMPETENZA.

E se non sai da dove cominciare, il mio consiglio è quello di iniziare da questo webinar gratuito, dove ti spighiamo perché è importante avere una strategia di investimento e come puoi iniziare a guadagnare davvero dai tuoi investimenti (senza cadere nell’effetto Dunning-Kruger, ovviamente).

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su print
Print
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su print
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti